Me Scope

ME’SCOPE VES TM Visual Engineering Series

software Me Scope

Sviluppo per gli ingegneri e tecnici che lavoro nella risoluzione delle problematiche di vibrazioni e acustica, nella ricerca e sviluppo e nella manutenzione predittiva di macchine e strutture.
ME Scope è ampiamente usato nel settore
-Automotive
-Aerospaziale
-Impianti chimici e pretroliferi
-macchinario movimento terra ed edilizia
-mappe acustiche SPL in dB
-Generatori, macchinario, mulini, laminatoi.
-Strutture di impianti sportivi

Animazione ODS
L’analisi Operational Deflection shapes (ODS) è il metodo più semplice per vedere come la macchina o la struttura si muovono in opera, sia ad una frequenza specifica che in un determinato istante di tempo. L’analisi ODS contiene la risposta dinamica completa di una struttura determinata dalle vibrazioni forzate e naturali. Tramite l’ODS nel dominio del tempo, si può muovere il cursore attraverso le serie temporali del movimento della struttura di una serie di punti della struttura (geometria) in più direzioni. È possibile fermare l’animazione, tornare ad istanti precedenti e far ripartire l’animazione in modo da vedere lentamente un fenomeno che in real-time avviene molto rapidamente. Con l’animazione ODS nel dominio della frequenza semplicemente l’utente muove il cursore alla frequenza voluta e visualizza l’animazione del movimento dei punti della struttura alla frequenza corrispondente. In questo modo si possono osservare il movimento ad una frequenza di risonanza, in corrispondenza al rapporto con gli ordini di vibrazione ed altri fenomeni diversamente relazionati alla frequenza fondamentale di vibrazione della macchina.

Analisi Modale Sperimentale, basata su misure di funzione di risposta in frequenza FRF’s
L’analisi modale viene utilizzata per determinare le frequenze di risonanza di una struttura meccanica.
Ogni risonanza ha una sua frequenza, smorzamento e forma Per determinare i parametri modali da un dataset di FRF’s si utilizza un procedimento detto Curve Fitting). Il cuore del Basi Modal analysis package di ME’Scope sta il Polynomail method che è un algoritmo a più gradi di libertà (MDOF) la cui interfaccia è semplice da usare. Questo algoritmo può essere usato per determinare più modi in una sola sessione anche nel caso di alta densità modale. Può anche individuare modi locali dove la vibrazione in risonanza è confinata in una parte limitata della struttura. L’opzione Multi Reference Modal Analysis contiene tutte le funzioni del Basic Modal Analysis aggiungendo una serie di metodi addizionali per il curve fitting su dataset di FRF’s multipli (con più riferimenti). I metodi multi reference curve fitting servono ad individuale i modi accoppiati e i modi ripetuti ( 2 modi con forma modale diversa e con stessa frequenza naturale). Questi metodi utilizzano un diagramma di stabilità per individuare i modi stabili calcolati e aggiungono i metodi Complex Exponential Z-Polynomial il metodo brevettato AF Polynomial Method.

Analisi modale in Opera (Operational Modal Analysis OMA)
In questo caso le forze che muovono la struttura non sono misurabili direttamente, le funzioni di risposta in frequenza non possono essere calcolate, la stima dei parametri modali può passare solo attraverso l’analisi di sole misure di output sulla struttura. Nonostante ciò il vantaggio della tecnica OMA è quello di misurare le vibrazioni durante la reale operatività della macchina/struttura. Questa opzione contiene tutte le funzioni della multi reference modal analysis con in più gli strumenti per l’analisi di curve fitting su misure di sola risposta della struttura (dati in opera). La grandezza tipica analizzata è il cross-spettro calcolato tra un accelerometro posizionato nei vari punti della struttura ed uno fisso che fa da riferimento. Dopo aver finestrato i cross-spettri secondo un metodo particolare si possono usare gli algoritmi classici di curve-fitting per ottenere i modi di vibrare in opera.

Simulazione e modellazione dinamica
In questo modulo viene utilizzata la tecnica MIMO (multiple input multiple output dynamics) per calcolare input, output e funzione di trasferimento tra loro. Ogni parte del modello può essere calcolata dalle altre 2. La funzione di trasferimento può essere calcolata dalle forme d’onda di ingresso e uscita nel tempo. Durante il calcolo della Funzione di Trasferimento si possono utilizzare le finestrature nel dominio del tempo (rectangula, hanning o flat top), la media lineare o peak hold dello spettro, triggering e overlap. Vengono calcolate la coerenza (ingresso singolo) e le coerenze parziali (multi ingressi)

Structural dynamcis modification SDM
Se un problema di eccessivo rumore o vibrazioni è determinato dall’energia elevata alle risonanze di una struttura, le strade da percorrere per risolvere il problema sono due, isolare la struttura dalla sorgente di eccitazione oppure modificare la struttura per spostare le risonanze fuori dai punti critici. Con questa opzione si può analizzare rapidamente l’effetto di una modifica strutturale sulle frequenze di risonanza, per ridurre i livelli di risposta della struttura. SDM usa elementi FEA (finite element analysis) standard. La libreria degli elementi FEA include gli stessi elementi utilizzati nell’opzione Experimental FEA che sono visualizzati in modalità 3D. Ogni elemento ha il suo foglio di calcolo che consente di visualizzare e modificare le proprietà. SM lavora sia con i modi analitici che quelli sperimentale della struttura non modificata. Data la rapidità di calcolo, SDM si può usare per analisi di sensibilità per valutare l’efficacia delle soluzioni possibili. SDM contiene inoltre dei comandi per inserire su di una struttura assorbitori di vibrazioni (tuned absorbers) che agiscono cambiando catturando la vibrazione.

SCHEDA NON DISPONIBILE